Patologie oculari, le più diffuse

Patologie oculari, le più diffuse

Le patologie oculari fanno parte della macro categoria dei disturbi della vista. Queste malattie che colpiscono l’occhio sono molto numerose, alcune fastidiose ma non preoccupanti, altre invece sono gravi ed addirittura invalidanti.

Data la vastità dell’argomento, troverai qui una lista delle patologie di maggiore interesse, nonché quelle che più frequentemente vengono diagnosticate dai medici oculisti.

Per maggiori informazioni in merito alle patologie oculari, Ottica Mezzolo ti consiglia di rivolgerti al tuo medico oculista.

Patologie oculari: le più frequenti

Partiamo proprio dalla cataratta, una patologia che comporta la perdita progressiva della trasparenza del cristallino. Questa parte dell’occhio funge da lente, ovvero focalizza sulla retina la luce che supera la cornea. È una delle patologie oculari più diffuse e più curate. L’operazione chirurgica necessaria all’asportazione della cataratta è eseguita frequentemente in tutto il mondo.

Leggi anche: Disturbi della vista, i più frequenti: i difetti visivi

L’infiammazione della cornea, ovvero quello strato sottile di membrana trasparente che riveste iride e pupilla, è chiamata cheratite. Ne sono colpiti sia gli adulti che i bambini. Ne esistono varie forme e varie cause, anche se i sintomi sono quasi sempre gli stessi.

Quella tra le patologie oculari che colpisce la cornea in maniera progressiva è chiamata cheratocono. Si tratta di una alterazione che progressivamente modifica la cornea e la porta ad assottigliarsi e a incurvarsi verso l’esterno.

Leggi anche: Occhiali da vista: lenti e montature

Anche la congiuntivite è una delle patologie oculari più diffuse, in quanto colpisce la congiuntiva, ovvero la membrana mucosa che ricopre il bulbo oculare ma anche la parte interna delle palpebre. Queste parti sono quelle maggiormente esposte agli agenti esterni ed è maggiore il rischio di infiammazione. Esistono varie forme di questa patologia, più o meno acute. Quelle batteriche in genere vengono curate nel giro di una settimana, quelle virali sono più difficili da combattere.

La diplopia si annovera tra le patologie oculari anche se in realtà è una condizione. Chi soffre di diplopia percepisce una doppia immagine di un determinato oggetto. Le cause sono le più disparate. Questa condizione è particolarmente difficoltosa per chi ne soffre, sia per quanto riguarda la forma monoculare che binoculare.

Ti sarà di certo capitato di conoscere qualcuno affetto da daltonismo, che quindi non percepisse i colori come te. Di norma è una condizione genetica, ma a volte insorge per danni alla retina, al nervo ottico a determinate aree cerebrali.

Patologie oculari: le più gravi

Tra le patologie oculari più gravi c’è il glaucoma, termine che indica in realtà un gruppo di patologie oculari che prevedono la presenza di un danno cronico e progressivo della papilla. I glaucomi possono causare la cecità oppure una grave perdita delle capacità visive.

Una malattia oculare che colpisce principalmente gli anziani è la maculopatia senile. Di carattere progressivo, causa un deficit irreversibile della funzione visiva centrale.

Un gruppo di patologie oculari di carattere ereditario sono conosciute con il nome di retinite pigmentosa. La malattia provoca, attraverso un processo degenerativo evolutivo, una riduzione dell’efficienza dei recettori retinici.

L’uveite è l’infiammazione dell’uvea, quello strato intermedio che si trova fra sclera e retina. Provoca ipersensibilità alla luce, visione offuscata e rossore oculare, il tutto accompagnato da dolore.