Correzione della presbiopia con occhiali e lenti

Correzione della presbiopia con occhiali e lenti

Quali sono i metodi per la correzione della presbiopia? Prima di tutto, cominciamo a comprendere come si sviluppa questo disturbo visivo e come può essere corretto.

Hai più di quarant’anni e, da qualche tempo, ti capita di strizzare gli occhi per riuscire a mettere a fuoco piccole scritte? Fai fatica a leggere i messaggi sullo smartphone o le notizie del tuo quotidiano preferito? Allontani il tablet oppure il libro che stai leggendo cercando, con le braccia, di trovare la distanza ideale? Questi possono essere i sintomi della presbiopia.

Si tratta di un un calo fisiologico e graduale della vista. Sappiamo già che il cristallino, la lente dell’occhio, permette di vedere in modo distinto sia da lontano che da vicino. Con l’avanzare dell’età il cristallino inizia gradualmente a perdere parte della sua elasticità, così come la capacità di mettere a fuoco a varie distanze.

La presbiopia non può essere evitata, anche se non si hanno mai avuto disturbi visivi precedenti. Le persone che già soffrono di miopia noteranno che anche la visione ravvicinata diventa difficile, seppure indossino i soliti occhiali o lenti a contatto per correggere la visione da lontano.

Leggi anche: Correzione della ipermetropia: occhiali e lenti

Correzione della della presbiopia: cause e sintomi

Prima di dedicarci alla correzione della presbiopia analizziamo cause e sintomi. Le cause della presbiopia sono strettamente legate all’età. Questo disturbo visivo è diverso da altri quali l’astigmatismo, la miopia oppure l’ipermetropia. Tali disturbi sono infatti legati alla forma del bulbo oculare e causati da fattori genetici, di vita e ambientali. La presbiopia, invece, è solitamente causata dalla perdita di flessibilità e da un ispessimento graduale  all’interno dell’occhio. A causa della perdita di elasticità, l’occhio ha bisogno di più tempo per mettere a fuoco ciò che sta vedendo.

Per la correzione della presbiopia le persone necessitano di appositi occhiali per leggere giornali, riviste o libri. Gli occhiali per la correzione della presbiopia sono utili anche ad evitare che la vista si stanchi e che sopraggiungano disturbi collaterali, come affaticamento della vista e mal di testa.

Leggi anche: Disturbi della vista, i più frequenti: i difetti visivi

Correzione della presbiopia con occhiali e lenti

Se riscontri questi sintomi forse hai bisogno di occhiali o lenti per la correzione della presbiopia. Prima di tutto, recati presso il tuo medico oculista per una visita specialistica. in seguito, Ottica Mezzolo ti aspetta per confezionare per te i tuoi occhiali.

La correzione della presbiopia è una pratica comune, basti pensare che è un disturbo visivo molto diffuso, in Italia. Ad oggi, i dati parlano di un’età media di 36,8 anni per la comparsa della presbiopia. Il numero progressivo di cittadini anziani fa aumentare anche la richiesta di occhiali e lenti a contatto per la correzione della presbiopia.

Quali sono i dispositivi visivi per la correzione della presbiopia? Si consigliano occhiali da vista con lenti bifocali o con aggiunta progressiva. Per bifocale si intendono quelle lenti che presentano due punti di fuoco. La prima parte della lente, quella principale, dispone di un valore per visione da lontano, la parte inferiore invece si occupa della visione da vicino.

Le lenti per la correzione della presbiopia possono essere anche progressive con addizione. Questa tipologia è molto simile a quella delle lenti bifocali, ma offre una visione più graduale tra lontano e vicino.

È possibile anche scegliere gli occhiali da lettura per la correzione della presbiopia. Questo dispositivo visivo non si indossa durante tutta la giornata ma vengono utilizzati solo quando serve aumentare la visione da vicino.

Anche a coloro che portano abitualmente le lenti a contatto possono essere prescritti gli occhiali per la correzione della presbiopia. Questi due dispositivi possono essere utilizzati in contemporanea.

Parlando di lenti a contatto, i presbiti possono anche utilizzare quelle multifocali. Ne esistono in diverse versioni, quelle realizzate in materiali gas permeabili o morbidi. Si può optare anche per le lenti a contatto con monovisione, dove un occhio indossa una lente per vedere da lontano e l’altro per vedere da vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *